2016: i buoni propositi e gli auguri della Websista crew!

Inizia un altro anno, ricco di nuovi (e spesso buoni, ma poi non così tanto…) propositi e auguri per sé e gli altri.
Anche la crew di Websista, come abbiamo fatto qualche anno fa, non poteva esimersi dai bilanci di fine anno, per cominciare al meglio questo 2016!

2016 buoni propositi websista

Elvira:

Non sono tipo da buoni propositi, ho smesso a 10 anni, quando mi sono resa conto di non aver mai realizzato quelli degli anni precedenti, tipo non far più morire il tamagotchi. Però vorrei cucinare con la nonna tutti i giorni, e non solo prima di Natale. Vorrei che le lucine e i biscotti allo zenzero durassero tutto l’anno, possibilmente senza rovinarsi, perché sono sempre a dieta e della genuinità dei prodotti Ikea non mi fido tantissimo. Vorrei non avere mai più nella vita l’ansia del Capodanno. Vorrei poter passare tutto l’anno con le persone che amo, senza l’intermediazione di un’iphone, ma se proprio deve esserci che sia almeno 6s e rose gold.

Claudia:

Per il 2016 mi auguro più leggerezza, il metabolismo sbloccato, meno cliffhanger nelle serie tv, più soldi da spendere in oggetti per la casa e per l’arredamento, rivedere Jon Snow, riuscire a iniziare una qualunque disciplina sportiva senza arrendermi dopo una settimana, smettere di fare autodiagnosi su Google. Mi auguro di pensare di meno, e se proprio devo farlo – parafrasando Calvino – di farlo con leggerezza, con il giusto distacco, senza affanni.

Sebina:

Il Natale dello scorso anno il mio futuro si presentava oscuro e incerto: ho perso il lavoro e i miei migliori amici in un solo colpo e avevo paura che non sarei mai più riuscita a tornare quella che ero. Oggi, dopo un anno tutt’altro che facile, ho un blog tutto mio con cui riesco a guadagnare qualcosa, varie offerte di lavoro all’attivo che mi permettono di scegliere dove vivere e ho scoperto quali sono le persone che realmente contano nella mia vita.
Il mio augurio va a tutte le persone che stanno per perdere l’impiego, hanno salutato una persona cara e si sentono preoccupate, tristi o confuse per qualsiasi ragione: anche se in questo momento il futuro vi appare come un buco nero, la vita è una continua sorpresa. Vi auguro che il 2016 vi porti una spugna per cancellare i brutti pensieri, una matita per scrivere un futuro che vi somigli e le bollicine della leggerezza per affrontare il presente. Noi di Websista faremo del nostro meglio per procurarvi le bollicine. 😉
Auguri!

buon 2016 propositi websista

Sara:

I buoni propositi per il 2016? Molto semplice: essere presenti ogni momento della propri vita e fare in modo di aiutare il pianeta a non morire. Anche attraverso la musica si può fare, può farlo chiunque e in qualunque momento. La musica regala alle persone quelle emozioni che a volte non riescono ad esprimere. Se vuoi dire qualcosa allora usa la tua voce, canta, suona uno strumento. Regaliamo “buone vibrazioni”, abbracci e… il resto mettilo tu, basta davvero poco se non si è da soli.

Turi:

Non sono un esperto di buoni propositi per l’anno nuovo, non fosse altro che vedo fallire miseramente quelli degli altri intorno al 10 gennaio. Però, più che l’impegno di fare qualcosa, un anno fa, non so per quale lato oscuro della forza, mi ero convinto che il 2015 sarebbe stato l’anno della riscossa. In realtà è stato un disastro, una serie di avvenimenti infausti, con in pole position la disoccupazione non mi capitava di non lavorare dai tempi delle elementari. Quindi sono convinto che il 2016 dovrà essere migliore, perchè per esserlo basterà avere ancora quello che ci tiene a galla quando tutto sembra andare a rotoli: l’amore, la famiglia, gli amici e un luogo, come Websista, che tia dia ancora la possibilità di condividere i tuoi pensieri e i buoni propositi per l’anno che verrà.

Gaia:

Partiamo da un presupposto: difficilmente tiro le somme di qualcosa. Qualunque cosa, che si tratti di una bella esperienza o di una pessima, di un percorso o un’amicizia, preferisco sempre non guardare indietro, senza riflettere su cosa tenere e cosa no. Ma poi ci sono gli anni come questo che si avvia a conclusione e le somme, in un certo senso, sono lì che mi guardano e aspettano qualcosa da parte mia, perché questi 365 giorni sono riusciti a regalarmi contemporaneamente sogni realizzati e disperate perdite.

La lezione che ho imparato è che ogni lasciata è persa, tipo una telefonata, una visita, un “ciao”. Capito questo per la prima volta mi sento in grado di fare una lista di buoni propositi assolutamente legati alla mia esperienza, quindi anche un po’ demenziali e sconclusionati perché ci azzeccano poco l’uno con l’altro.

Non rimandare mai a data da destinarsi la voglia di vedere o parlare con qualcuno
Rimuovere dalle amicizie virtuali (e reali) tutte le persone che esprimono odio contro quelli che sono i miei valori. Perché a volte serve qualcosa di più forte del comando “non seguire più”. Il razzista, l’omofobo, il guerrafondaio e l’irrispettoso va eliminato dal mio mondo
Fare di tutto per diventare il prossimo Sindaco della Capitale. Roma ha bisogno di più negozi per fare shopping
Non pensare sempre a cosa sta facendo Chef Rubio
Cercare di essere vagamente accomodante verso il genere umano e provare a non frappore il solito muro di ghiaccio fra me e gli altri
Di Chef Rubio ne ho parlato?
Alcune cose le ho già messe in atto, per Chef Rubio la vedo dura.

Giorgia

Il 2015 mi ha regalato le emozioni più intense della mia vita, nel bene e nel male, mettendo alla prova la mia resistenza in certi momenti e facendomi toccare a piene mani il cielo in altri. Quindi per il nuovo anno, carica degli insegnamenti ricevuti, mi auguro ed auguro a tutti di godersi appieno le gioie di ogni giorno e di inseguire con testardaggine i propri sogni ed i propri obbiettivi, perché quando riesci ad esaudire i tuoi desideri e ce li hai lì davanti, fra le tue mani, è tutto più bello di come, da sempre, lo hai immaginato.

Chiara:

“Buoni propositi per il 2016?!?”
Continuare a fare ciò che amo fare non sarebbe una cattiva idea…
“Essere pagati per farlo?!?!?”
Sarebbe un ottimo proposito. Sí, ma in questo caso sarebbe il buon proposito di chi mi dovrebbe pagare… E trattandosi di un’istituzione pubblica credo che i buoni propositi siano stati cancellati dalla letterina di Babbo Natale, con l’ultima finanziaria o forse con quella prima … Non saprei!!! Il mio 2015 in fondo non è stato male: pieno di alti e bassi, più bassi che alti in effetti, ma complessivamente, come diremmo noi chimici “energeticamente” favorevole. Per cui mi accontenterei di un 2016 che mi permetta di mettermi alla prova come l’anno che sta per concludersi. Se poi, tra 365 giorni, potessi concludere il nuovo anno anche con un bilancio positivo “concreto” e non solo morale, sarebbe una grande vittoria.

buon 2016 propositi websista

Violetta:

Chiudo questa serie di buoni propositi augurandomi/vi di raggiungere tutti gli obiettivi che ci mettiamo davanti, di circondarci solo di persone positive, che tirino fuori il meglio di noi e che sappiano gioire sinceramente di ogni nostro traguardo e darci una mano spronandoci ad ogni ostacolo.
Spero che Websista continui a crescere, con questo meraviglioso team di persone, amici più che semplici contributors, ognuno unico a modo suo, ognuno una perla che sono stata fortunata di incontrare offline e/o online.
Continueremo a farvi compagnia, consigliandovi, strappandovi qualche risata e condividendo la nostra personalissima visione del mondo senza pretese assolutistiche. Diteci sempre la vostra: ci aiuterà a migliorare e a correggere il tiro, ad imparare nuove cose. Vogliamo degli amici, una community, non solo dei lettori!
Infine, un invito, che è anche il mio proposito personale: sorridete di più, prendete le cose con più leggerezza e imparate a cercare e cogliere la bellezza anche nelle piccole cose quotidiane.
Buon 2016 a tutti voi!

Rispondi