Archimusic, quando l’architettura incontra i grandi musicisti

Federico Babina, il designer e architetto autore della serie Archist, colpisce ancora nel segno con la nuova serie Archimusic. Stavolta gli edifici immaginati da Babina sono ispirati da band e musicisti famosissimi, con alcuni elementi chiave del personaggio o della sua musica.

archimusic-city--01_905

Archimusic City così è una città in cui gli edifici poggiano su pentagrammi, note e rimi unici e familiari. Ogni casa richiama uno strumento, come la chitarra di Hendrix, il pianoforte di Mozart e il sassofono di Coltrane, l’aspetto fisico dei musicisti, i 4 Beatles, la cofana di Amy Winehouse, il ciuffo di Elvis, il lampo in faccia di Bowie e la giacca rossa di Michael Jackson, oppure la cover art di un album famoso, come Battersea Power Station per i Pink Floyd, i 4 colori in stile pop art dei Blur o il tracciato elettromagneticodei Joy Division.

,

Rispondi