Babysitter & Photoshop

Babysitter. Dolce e melodiosa parola che ha il retrogusto di libertà. Solo a sentirla ci si immagina con i capelli raccolti in un turbante di spugna, la crema sul viso e i cetrioli sugli occhi. In realtà, ovviamente, la babysitter l’avete dovuta chiamare per dover sbrigare quella noiosissima faccenda che da tempo stavate rimandando. Per chi, quindi, non ha quella meravigliosa fortuna chiamata nonni-a-cui-lasciare il pupo, la babysitter è un bene fondamentale quasi quanto un little black dress dentro un armadio.

Ma cosa succede quando la porta si chiude dietro le nostre spalle e il bimbo rimane con la tata? Nonostante quel dettagliatissimo decalogo da noi scrupolosamente stilato, non avremo mai la certezza di quello che realmente può accadere dentro casa.

E se durante una passeggiata la babysitter venisse improvvisamente attaccata da un T-Rex inferocito?

enhanced-14078-1407706552-9

Occhi sgranati e cervello sotto shock. Avrà sicuramente reagito così il papà del piccolo Alex, bimbo svizzero di 8 mesi, che si è visto recapitare un’immagine di questo tipo dalla coppia di amici fidati a cui il figlio era stato affidato. C’è da dire che Hannes Sigrist e la sua compagnia Erica Thompson, i babysitter, sono due creativi di professione che fra un “gugugaga” e l’altro si sono divertiti a scattare e poi photoshoppare delle inverosimili, quanto divertentissime, immagini di Alex in situazioni assurde.

enhanced-5553-1407706549-1

Ecco quindi il bimbo protagonista di un rapimento alieno e di agguati da parte di orsi, squali e dinosauri. In tutte queste scene Alex sembra sempre rilassato e soprattutto divertito, così come deve essere. Ai soliti ben pensanti, che a queste, esilaranti, immagini hanno replicato accusando i babysitter di aver perso tempo al pc piuttosto che far ascoltare al bambino l’opera omnia di Mozart, Hannes Sigrist ha ricordato che questi scatti rimarrano per sempre come il ricordo della splendida giornata passata insieme ma soprattutto, come ovvio, che Alex è sempre stato protetto e al sicuro. Al di là del successo riscosso da queste immagini virali, dalla loro semplice genialità e simpatia, la mia speranza è che la babysitter del mio pargolo non sia altrettanto creativa.

babysitter_uses_photoshop_to_create_amusing_photo_updates_640_high_07

,

Rispondi