No alla prova costume! un dolce tipico siciliano per la festa del papà: Crispelle di riso al miele

Mettiamo da parte i buoni propositi per la prova costume, Agosto è lont… vabbè.

Quando le faceva mia nonna Carmela era festa grande, le crispelle di riso al miele alla catanese per la festa del papà non potevano mancare. Dolce tipico siciliano con quel tocco di frittura con il miele e tanto zucchero a velo… che il colesterolo lévati!

Ecco, sarà la vecchiaia, sarà la nostalgia ma quest’anno mi sono decisa e le ho fatte, fra un po’ le assaggeranno anche i miei colleghi in studio, vi riporterò fedelmente le reazioni…  (credici).

Bon, ecco qui la ricetta, son semplici ma non troppo veloci, ci vuole maestria solo nel non coprirsi di riso e farina fin sopra i capelli.

  • 1 kg riso arborio
  • 1l latte
  • 1l acqua
  • una stecca vaniglia
  • scorza di 5 arance
  • 500 gr. farina di grano tenero 00
  • 50 gr. lievito di birra
  • miele d’arancio
  • un pizzico sale
  • olio di semi di girasole
  • zucchero a velo

IMG_7904

Portate ad ebollizione il latte con l’acqua e la stecca di vaniglia, versatevi il riso e un pizzico di sale, abbassate la fiamma e fate cuocere a fuoco lento, mescolando solo se necessario. Appena il riso avrà assorbito tutto il liquido, toglietelo dal fuoco e versatelo su un ripiano. Quindi fatelo intiepidire e impastatelo con la farina e il lievito diluito con un pochino di latte.

Unite le scorze d’arancia grattugiate e impastate. Fate riposare il riso una notte in modo che possa lievitare per bene.

Prendete il riso e spianatelo su un tagliere, creando una mattonella alta almeno 2 cm. Con il coltello formate tanti bastoncini della larghezza di un dito.

In una capiente padella fate riscaldare abbondante olio. Aiutandovi con il coltello, spingete i bastoncini nell’olio caldo e cuoceteli finchè non saranno dorati. Scolateli e metteteli ad asciugare sulla carta assorbente.

IMG_7900 Riscaldate il miele in una casseruola in modo da renderlo fluido. Disponete le crispelle in una ciotola e irroratele di abbondante miele. Prima di servirle spolveratele con lo zucchero a velo.

IMG_7902 Ah, dite addio alla messa in piega e tuffatevi dentro la doccia, l’odore della frittura non vi mollerà per un po’.

Buon appetito! 🙂

One comment on “No alla prova costume! un dolce tipico siciliano per la festa del papà: Crispelle di riso al miele
  1. Mio nonno, che era pasticcere, si aiutava con una sacca da pasticcere, cosa che fa oggi anche mia madre ed effettivamente, se si ha un po’ di dimistichezza con l’attrezzo, è comodissima!
    Ma tu le friggi solo una volta?
    Il risultato dorato noi lo otteniamo con due fritture in sequenza e, incredibile dictu, assorbono ancora meno olio.
    Ah, un trucchetto che mi ha insegnato un pasticcere è di metterle in freezer per una mezz’ora buona tra la prima e la seconda frittura: lo shock termico le rende croccantissime.

Rispondi