Facebook e le nuove feature per gli ex: se mi lasci, non ti cancello… ma ti dimentico

Facebook_ex

Vi ricordate la prima rottura di Carrie e Big? Il primo episodio della seconda stagione di Sex and the city comincia con le famose «regole del lasciarsi» che resteranno storiche per tutti gli amanti delle girls, ma una delle cose che ricordo di più di quella puntata è il terrore di Carrie di incontrare il proprio ex, per caso, ovunque. Lasciando stare il fatto che New York non è Caltanissetta, ricordate anche voi quelle sensazioni?

La paura di girare l’angolo e trovarselo davanti, il fastidio quando un amico in comune ti parla involontariamente di lui e di qualche sua novità, gli sms (che non erano affatto gratis) disperati e senza senso, nella speranza di mantenere un minimo contatto con quella persona.

Con Facebook è cambiato il modo di comunicare, sia quando si sta insieme che quando ci si lascia. Rimuovo dagli amici, o no? Gli oscuro la bacheca? Che me ne faccio di tutte le foto in cui siamo taggati insieme? A meno che tu non decida di bloccarlo o cancellarlo dai contatti, ogni minima informazione costituirà un ostacolo nel faticoso processo di ricostruzione del sé, dopo una storia finita male. Devo tenermi tra gli amici sua zia Peppina?

Facebook_ex2

Mark ci viene in soccorso sperimentando una nuova funzione, che consente di tenere maggiormente sotto controllo i contenuti del proprio ex, così come i nostri contenuti futuri. Modificando la situazione sentimentale, il social non suggerirà più il nome di quella persona fra i contatti che appaiono quando dobbiamo taggare una foto – ad esempio – o quando si menziona qualcuno.

Si potranno lasciare le cose come stanno o decidere di oscurare i nuovi post dell’ex partner, che non compariranno più nella sezione notizie. Ovviamente lo stesso discorso vale per i proprio contenuti, che saranno visibili ai nostri amici, ma non a lui.

Anche i post del passato in cui si è stati taggati insieme a quella persona potranno essere modificati, rendendoli visibili solo alle persone taggate e non a tutti gli amici. Per il momento, il team di Facebook sta sperimentando questa nuova funzione solo negli Stati Uniti, non ci resta che sperare che venga approvata, ma di non averne bisogno!

Rispondi