Flatgate a Cannes: red carpet e proiezione vietati a chi indossa le ballerine

Doveva essere un’edizione del Festival, secondo le dichiazioni degli organizzatori, con un maggiore equilibrio tra i sessi e una maggiore attenzione alle donne, con una regista ad aprire il Festival ed un’altra a cui andrà una Palma d’Oro alla carriera.
Doveva, perché adesso il gender balance sembra essere saltato d’un colpo.

flatgate cannes isabella rossellini

Dopo il red carpet e la premiere del film Carol, di cui Cate Blanchett è una delle protagoniste, si è diffusa la notizia che un gruppo di donne non fosse stato ammesso alla proiezione perché indossavano delle ballerine, o comunque delle scarpe basse, e non delle scarpe col tacco.

Voci ufficiali da Cannes smentiscono l’accaduto dicendo che il dress code del Festival è sempre lo stesso e prevede lo smoking per gli uomini e abito da sera per le donne, e in esso non si fa menzione specifica all’altezza dei tacchi per donne e uomini.
Ma sembra una risposta da equilibristi, che non si espone troppo in merito ai fatti accaduti e gioca sulla vacuità di questo fantomatico dress-code.

Flatgate: tacchi alti o scarpe basse?

Emily Blunt ha dichiarato, proprio sul red carpet, a proposito della questione: “Non dovremmo più indossare i tacchi, ma dovremmo presentarci tutti con le scarpe basse. Io stessa preferisco indossare un paio di Converse”. Anche Benicio Del Toro, Josh Brolin e Denis Villeneuve hanno dichiarato di volersi presentare con dei tacchi alti, per contrappasso, in segno di protesta.

flatgate cannes ines de la fressange

Intanto, nei giorni precedenti, le splendide e sempre elegantissime Isabella Rossellini e Ines de la Fressange avevano calcato il red carpet indossando mocassini e sandali piattissimi: belle e assolutamente appropriate all’occasione anche senza un tacco 12.

Ricapitolando: gli uomini possono mettere ai piedi quello che vogliono, le donne devono stare per ore sui tacchi alti. E’ una perfetta metafora delle discriminazioni subite dalle donne in ambito professionale e nel settore cinematografico: gli uomini sono bravi, le donne sono belle, agli uomini è consentito invecchiare, alle donne non è permesso mostrare i segni del tempo.

Quando smetteranno di dirci cosa indossare e come apparire sulla base di uno stereotipo di donna e di bellezza femminile creato da menti maschili?

Rispondi