Gilmore Girls, nuova serie su Netflix: 7 cose che attendiamo ardentemente

Da ieri circola incessantemente la notizia secondo cui Netflix abbia ordinato 4 puntate di 90 minuti di Gilmore Girls, noto in in Italia come “Una mamma per amica”. Un revival mini per numero di episodi ma maxi per la durata di ognuno di essi (quasi il doppio rispetto ad ogni episodio delle stagioni precendenti) che tutti, me compresa, attenderemo con trepidazione.

gilmore-girls-netflix

Netflix così continua a conquistarci restituendoci serie cancellate e sospese qui e lì, lasciate prive di un degno finale per ragioni di marketing non comprensibili ai fan e agli spettatori (spero però che il tutto non faccia la fine di Arrested Development, il cui revival non era affatto all’altezza delle stagioni precedenti).

Gilmore Girls non riprenderà dal punto in cui l’abbiamo lasciato, ma ci sarà un gap temporale in cui i personaggi saranno cresciuti o invecchiati, avranno fatto carriera e nuove esperienze e, purtroppo, qualcuno ci avrà lasciato.

Quindi, cosa non vediamo l’ora di rivedere in questa attesissima nuova mini-stagione?

1. Stars Hollow 
Questo paesino mitologico e idilliaco è ancora lì? C’è ancora il semaforo in mezzo al nulla? Si litiga e si fa ancora gossip alle assemblee cittadine? Ci sono ancora i mille festival e occasioni di raduno? Ma soprattutto, non hanno ancora aperto nemmeno uno Starbucks alla faccia della globalizzazione?

2. I pretendenti di Rory
Seriamente, vogliamo rivederli tutti e fangirlare, ognuno tifando per il propio team. Chi di loro alla fine vincerà il cuore di Rory definitivamente?

3. Un omaggio a Edward Herrmann insieme a Richard Gilmore
L’attore che interpretava il padre di Lorelai è venuto a mancare qualche tempo fa, quindi ci aspettiamo un adeguato ricordo dell’attore e di uno dei personaggi più amati della serie: il business man burbero all’apparenza ma tenero e affettuoso, soprattutto con la nipote.

4. Rapporti al femminile
Speciali legami tutti tra donne: Lorelai e la madre, Lorelai e Sookie, Rory e Lane o Rory e Paris e, soprattutto, Lorelai e Rory, in un continuo di litigi e discorsi profondi intramezzato da perdono, comprensione, PMS e abbuffate post-confessione.
Tra donne ci si capisce molto bene,

5. Caffè, junk food e movie nights
A proposito di abbuffate: Lorelai è il prototipo del NON vivere in maniera salutista.
Ci sono mancate le sue cene a base di cose surgelate e take-away, la sua dipendenza dal caffè con annessa colazione da Luke e le serate comfort sul divano davanti ad uno o più film.
Adesso di sicuro le Gilmore Girls dovrebbero avere Netflix e organizzare maratone cinematografiche molto più spesso di otto anni fa!

6. Lorelai e Luke
Vogliamo un matrimonio, IL matrimonio. Se lo meritano e ce lo meritiamo noi, da spettatori fedeli.

7. Dialoghi surreali
E’ la cosa che più ho amato di Gilmore Girls: il numero di parole per minuto, dialoghi serratissimi al limite dell’assurdo, botta e risposta, citazioni memorabili, tutto in un adorabile trionfo di logorrea.

Nel frattempo, non ci resta che riguardare tutta la seria dall’inizio, solo per rinfrescare la memoria. Un pretesto come un altro per rivederla!

,

Rispondi