I segreti per una relazione felice esistono? Eccoli raccolti in un’infografica

San Valentino si avvicina e indipendentemente dal fatto che lo si passi con qualcuno o no questa infografica potrebbe aiutarvi a migliorare la vostra relazione o a capire dove si è sbagliato e cosa evitare in futuro.
Già, perché se è vero che non esiste una ricetta assoluta e sempre valida per la felicità è altrettanto vero che esiste una “scienza” dietro ogni comportamento umano e che tale scienza può indicarci cosa migliorare e quali regole seguire, in linea di massima, per sentirci più felici; ci aiuta ad aiutarci, in breve.

Screenshot 2014-02-09 at 11.31.42

Dall’infografica emerge dunque che i due concetti fondamentali e più importanti sono “interazioni positive” e “condivisione”.

Le interazioni positive aumentano sensibilmente la sensazione di felicità e soddisfazione in un rapporto: ridere ricordando un evento del passato, riguardare vecchie foto insieme, parlare a lungo della propria giornata, mostrarsi interessato verso i discorsi dell’altro, fare qualcosa di carino per l’altro, fargli un complimento o una sorpresa e soprattutto apprezzarne le vittorie (piccole o grandi) e le buone notizie.

Condivisione: una cena, una passeggiata, un viaggio insieme, una nuova ricetta da sperimentare o un film insieme sul divano o un concerto aumentano la solidità della coppia, la collaborazione reciproca e il sentirsi parte di una squadra.

Curiosità e dati aggiuntivi dell’infografica:

  • l’amore va manifestato, anche fisicamente (“Non ci si può infelicitare la vita sacrificando questo aspetto” parafrasando la saggia raccomandazione della mamma di una mia amica)
  • nelle coppie felici ognuno tira fuori il meglio di sé avvicinandosi al proprio “sé ideale” (il Michelangelo effect)
  • un matrimonio felice ci fa sentire come se avessimo quasi 100000$ in più all’anno (rumore di un registratore di cassa in sottofondo, please), invece la perdita della propria metà è stressante negativamente quasi come la perdita di 300000$
  • le coppie con figli piccoli si sentono in genere meno felici, ma il livello di felicità inizia a risollevarsi appena il figlio più piccolo va via di casa (altro che sindrome del nido vuoto!)

Detto questo, spulciate meglio e più in dettaglio l’infografica completa elaborata da Happify, un’app che aiuta a sentirsi più felici, in vari aspetti della vita quotidiana:

infographic_love

,

Rispondi