L’IVA funesta, manuale (gratuito) di sopravvivenza per le partite IVA

Una volta una carissima amica, sapendo che la mia attività da giornalista dipendente era andata a farsi un giretto negli ambienti della disoccupazione, mi ha posto il seguente quesito: “Ma cosa hai intenzione di fare adesso? Perché lui -la progenie- fra un po’ cresce e ti manda a quel paese.”  Vita vera. Cosa faccio? Capita molto spesso, nella vita di una donna, di lasciarsi trasportare in maniera totalizzante da quell’uragano devastante chiamato maternità. C’è chi ci resta sotto trasformando il proprio universo in un sistema bimbocentrico, pubblicando ogni due minuti su facebook cose pucciose e felicità pannolinesche. C’è invece chi si arrampica sul tetto della propria casa aspettando che le acque si ritirino, come dopo il passaggio di Katrina. Indovinate chi appartiene alla seconda categoria?

iva funesta ebook free download

Onde evitare di ritrovarmi a parlare, come una demente, di formaggini, supereroi o principesse come non ci fosse un domani, ho provato a capire cosa potrebbe esserne di me. L’unica strada possibile sarebbe quella di trasformare una delle mie passioni (vintage e modernariato) in un’attività e quindi mettermi in proprio.
Panico, mi ci vuole una guida.
Con un tempismo quasi satanico, nei giorni dell’arrovellamento mentale esce, su Wired.it, la seconda edizione de -la prima uscì nel 2012 in collaborazione con Rolling Stone Italia- “L’Iva funesta” e-book scritto da Fulvio Romanin.
Già dal titolo so già di non trovarmi di fronte al tomo scritto in burocratese stretto, ma un manuale pratico indirizzato a noi pisquani che di Iva conosciamo solo la Zanicchi. Una serie di consigli, fondamentali, scritti da chi ha vissuto in prima persona le varie problematiche legate al lavoro autonomo. Contributi, tasse, fatture e tutte le altre parolacce che fanno della vita una cosa da adulti, qui sono espresse, grazie ad un linguaggio assolutamente easy e colloquiale, in maniera chiara cercando di lasciare meno spazio possibile ai dubbi. A questo vengono affiancate alcune dritte che nessuno vi dirà mai, se non un amico vero. Ad esempio mai fare di casa il proprio ufficio, prendersi una vacanza ogni tot, avere una vita vera oltre il lavoro e via dicendo.

Lo confesso, conosco personalmente Fulvio, ho avuto la fortuna di scontrarmi con il suo burbero lato nerd quando entrambi lavoravamo, lui per la parte web e io per i contenuti, al Rototom Sunsplash, un festival reggae nato in Italia e tristemente costretto a emigrare, con la sua fortuna, in Spagna. Leggere “L’Iva funesta” immaginando le varie espressioni facciali nonché la voce di Fulvio è stato divertente oltre che utile, anzi utilissimo per capire in che guaio sto andando a cacciarmi. Spero di poter dire, fra qualche anno, di aver fatto bene ed essere in debito con Fulvio Romanin per aver trovato il coraggio di mettermi in proprio grazie al suo e-book.

Fulvio Romanin ha fondato l’agenzia Ensoul (www.ensoul.it) che vanta clienti del calibro di Moroso, Cassina, Subsonica, Deutsche Bank solo per citarne alcuni. E’ inoltre il fondatore dell’etichetta indipendente ReddArmy e chitarrista nei Madrac. “L’Iva funesta” è un e-book realizzato in Creative Commons in free download.
Scaricatelo qui per la versione di Wired o qui nella versione più “rock” realizzata in collaborazione con RollingStone (variano solo grafica ed impaginazione).

fulvio romanin l'iva funesta

,

Rispondi