Jem e le Holograms, il primo trailer del film. Troppi cambiamenti e grandi assenti.

Abbiamo gioito e siamo tornati bambini alla notizia del film su Jem e le Holograms. Abbiamo seguito l’appello per i casting e la scelta delle attrici protagoniste. Abbiamo atteso l’uscita del primo trailer ufficiale e…basta. A questo punto tutte le aspettative sono crollate.

Jem e le Holograms film immagine

Sì, perché questo film dovrebbe chiamarsi “Jem e le Holograms, il grande disappunto” visto che già dal trailer si capisce che la storia sia stata rimaneggiata e modernizzata a tal punto da sconvolgere e sacrificare alcuni dei punti cardine del cartone anni ’80 che abbiamo tanto amato. 

Jem e le Holograms: the movie

Guardando il trailer ci si sente un po’ come quando abbiamo visto i primi episodi di 90210 aspettandoci che avessero lo stesso stile di quelli della serie originale, Beverly Hills 90210. Insomma, tutto un grosso errore.

Nella storia portata sul grande schermo Jerrica è una ragazzina che vuole diventare famosa, vuole cambiare vita e ci riesce grazie ai milioni di views su YouTube di un video musicale suo e della sua band caricato dalla sorella e diventato virale in pochissimo tempo. Viene così contattata da una casa discografica, la Starlight Enterprise (nome simile a quello del cartone animato), che le cambia identità: da Jerrica a Jem, nome d’arte per il lancio da pop star nel mondo della musica.

E da lì il via alle solite dinamiche di una band (capitate a tutti, dalle Spice Girls agli One Direction, ultimi di una lunga serie): successo, poi liti, discussioni, voglia di emergere, tentativo solista (per Jem con costumi che sembrano rubati a Lady Gaga) e ritorno alle origini con reunion della band. Perché solo essendo se stessi si vince, morale della favola. 

E boh.

Non c’è l’ombra di Energy, il computer miracoloso ed intelligentissimo, nonché fedele “grillo parlante” di Jerrica. Ma il ruolo prodigioso e potente in questo caso lo eredita YouTube, una sorta di Energy 2.0.
Non c’è traccia degli orecchini a stella, segno distintivo e fil rouge tra Jerrica e Jem.
Non sono pervenute le Misfits, perfide e agguerrite, nonché truzze, malvestite e ipertruccate antagoniste di Jem e le Holograms nella continua lotta al singolo di maggior successo.
C’è solo Jem alla ricerca di sé in una storia simile a quella de Le ragazze del Coyote Ugly o altri film adolescenziali che sembrano voler rubare vicende e obiettivi al tradizionale filone dei romanzi di formazione.

Come promesso nel film c’è molto rosa, ci sono i capelli colorati, tanta lacca, paillettes e glitter e trucco molto marcato. Ma non ci sono gli anni ’80, il fard spalmato col righello e le spalline.

jem-and-the-holograms-movie-poster

Sarà che siamo nostalgici, sarà che ci sarebbe piaciuto sentirci di nuovo un po’ bambine davanti alla tv mentre parte (cito a memoria, non so se è giusta) “Il mio nome è Jem, sono una cantante, bella e stravagante e ballo il rock and roll. Vesto assai elegante (eh??) e certe volte lo sai…sono esuberanteeeeee”.

Vedrò lo stesso il film, in uscita dal 23 ottobre, giusto per poter completare la mia analisi, ma ho già una pessima sensazione.
Ma poi, dico io, il produttore è lo stesso di Justin Bieber. Never say Never e la colonna sonora ha i brani degli One Direction… avremmo dovuto capire da questi indizi che non c’era molto da gioire!

 

,

Rispondi