Kate Middleton in total black McQueen e Dolce&Gabbana

kate middleton total black

Kate Middleton indossa di rado il total black, ma il nero è richiesto e appropriato in questi giorni in occasione delle celebrazioni legate al Remembrance Day, cerimonie ufficiali a cui la famiglia reale presenzia per onorare e ricordare i caduti nell’esercito inglese.

kate middleton dolce&gabbana

Sabato sera Kate, partecipando al Remembrance Festival alla Royal Albert Hall, ha indossato un altro abito in pizzo Dolce&Gabbana, stavolta tutto in nero e con collo tondo. Nere anche le décolleté Jimmy Choo e la clutch Anya Hindmarch.
Sul vestito brillava una spilla con papavero rosso, come quella che molti inglesi indossano quotidianamente sui loro cappotti in questo periodo, acquistata per supportare la British Legion.
I papaveri sono un simbolo legato ai caduti nella Prima Guerra Mondiale in UK, così come in Belgio Francia e Olanda. Ricordate l’onda rossa di papaveri in ceramica che invase il fossato della Torre di Londra lo scorso anno?

A proposito di Kate e gli abiti in pizzo Dolce&Gabbana sono valide le considerazioni che ho fatto per l’abito color prugna di qualche settimana fa. Su di lei diventano estremamente castigati, quasi conservatori, anche se in questa occasione l’effetto rigoroso è voluto e appropriato. Insomma, Monica Bellucci o Bianca Balti vincerebbero anche stavolta.

kate middleton mcqueen

Domenica, poi, c’è stata una parata nel giorno del Remembrance Day. Purtroppo abbiamo solo immagini parziali del look di Kate Middleton, comunque la scelta è caduta su uno degli stilisti preferiti della Duchessa, Alexander McQueen, con un cappotto doppiopetto effetto patchwork in feltro e velluto nero, leggermente modificato rispetto alla versione in vendita.
Quanto agli accessori riusciamo solo a vedere gli ormai noti orecchini Kiki McDonough con cerchietti in diamanti e charms (intercambiabili) in perle, un cappellino nero con una farfalla stilizzata sulla parte posteriore e una grande spilla con tre papaveri.

Basta nero adesso, rivogliamo un po’ di colore!

Rispondi