Music / 21 canzoni che ci hanno accompagnato nel 2014

La musica ci riporta indietro nel tempo, ci accompagna e si lega indissolubilmente ad alcuni ricordi e ad alcuni periodi della nostra vita, quindi non c’è modo migliore per concludere un anno che ripercorrere le hit musicali degli ultimi 12 mesi, con i brani che abbiamo ascoltato di più, magari sparati in cuffia andando a lavoro o a scuola, quelli che ci è capitato di cantare sotto la doccia o in macchina bloccati nel traffico, quelli che abbiamo ballato più o meno scompostamente nelle serate con amici.

21 canzoni del 2014 - playlist

Ecco la nostra top 21 (perché 10 sono pochi e le cifre tonde ci hanno stancato!) del 2014, a nostro insindacabile e relativissimo parere, dalla posizione 21 alla 1.
Per ascoltarla tutta di fila, invece, trovate il link alla playlist in fondo al post.

21 Tove Lo – Habits (Stay High)
La svedese Tove Lo sorprende tutti con questa sleeper hit: pubblicata nel 2013 senza molto riscontro, viene rilanciata ad Aprile ed è subito hit. Il remix di Hippie Sabotage la rende ancora più famosa, ma a noi piace la versione base.

20 Lykke Li – No Rest For The Wicked
La svedese Lykke Li, reduce dal grande successo con “I follow rivers” cantata dalla protagonista de “La vita di Adele”, ci regala una serie di accorate canzoni nel suo ultimo album. Raccogliendo i cocci della sua ultima relazione finita in frantumi, questa canzone ci ricorda quanto si può soffrire per amore.

19 Katy B – Crying for No Reason
La rossa di Peckham si presenta con parecchia esperienza nel dubstep e nel garage, e confeziona questa electro-ballad che parla di tristezza e pianto. In realtà, a noi sembra ottima da ballare.

18 Beyoncé ft. JAY Z – Drunk in Love
Queen Bee quest’anno non ha dominato le classifiche musicali: ci aveva abituato fin troppo bene. Questo duetto insieme al marito è comunque degno di nota: un’adeguata continuazione di “Crazy in Love”.

17 George Ezra – Budapest
Una voce blues, graffiante, degna dei migliori Woody Guthrie e Bob Dylan. Ecco perché non si riesce a credere che George Ezra è nato solo nel 1993 (!!!). Questo ragazzo farà strada: nel frattempo, cantiamo tutti insieme a lui.

16 Kiesza – Hideaway
Ricordate la dance degli anni 90, piena di vocalizzi? Kiesza ci riporta indietro a quel tempo con un pezzo dance degno della migliore house. Impossibile rimanere fermi, specialmente guardando il video.

15 Clean Bandit ft. Jess Glynne – Rather Be
Un gioiellino di pop elettronico, che ha venduto caterve di dischi grazie al ritornello accattivante e solare. Un successo commerciale che ha dominato le classifiche e Spotify, a noi piace per il messaggio d’amore.

14 Paloma Faith – Only Love Can Hurt Like This
La rossa Paloma si strugge in questa ballad che potrebbe essere stata scritta benissimo negli anni ‘60. Accompagnamento acustico, voce potente, violini in coda. Il tutto in linea con lo stile della cantante: retro ed eccentrico.

13 John Legend – All of Me
Rilasciata nel 2013, questa love ballad è nella nostra classifica perché è riuscita a spodestare “Happy” dal numero uno nel 2014. Citata da innamorati da tutto il mondo, che si appropriano del testo dedicato da John Legend a sua moglie.

12 Foxes – Let Go for Tonight
Da Southampton arriva la nuova eroina del pop sperimentale: dopo il successo da guest voice con Clarity di Zedd, ecco un album tutta da sola pieno di ottimi pezzi. Tra le tante belle canzoni noi scegliamo questo inno alla notte: “Let go for tonight baby, who needs sleep tonight?”

11 MAGIC! – Rude
Ha ancora senso proporre una canzone reggae nel 2014? Noi pensavamo di no, ma i canadesi Magic! tirano fuori un ritornello killer sulla difficile relazione tral il fidanzato e il padre della fidanzata. Non farà la storia della musica, ma è subito hit.

10 Jessie J, Ariana Grande, Nicki Minaj – Bang Bang
Prendete tre primedonne del pop: la potenza vocale di Jessie J, il rap sincopato di Nicki Minaj e il pubblico teenager di Ariana Grande. Mescolate il tutto con un singolo di successo e un video in tacchi alti e vestitini corti. Jackpot, anche grazie agli asset di Nicki.

9 Ella Henderson – Ghost
Incredibile a dirsi, Ella a 16 anni fu sbattuta fuori da XFactor UK nell’eliminazione più controversa che la storia dello show ricordi. Solo 2 anni dopo si presenta con questa dark ballad, a metà tra Adele e le grandi dive del blues del Delta. Dritta al numero uno: Simon Cowell ringrazia, e la invita da ospite alla finale di XFactor. Rivincita.

8 Taylor Swift – Shake It Off
Non avrà una madrina come Dolly Parton, ma Taylor Swift era la regina indiscussa del country pop. Con il nuovo album assistiamo alla sua trasformazione in diva del pop planetario, alla pari dei mostri sacri Beyonce e Lady Gaga. La perfetta canzone pop studiata a tavolino, forse un po’ troppo semplice ma comunque irresistibile.

7 Katy Perry ft. Juicy J – Dark Horse
La superdiva Katy Perry non manca un colpo, e sforna un altro singolo dal successo mondiale. Aiutata da un’esibizione live ai Grammy che ha infiammato i complottisti con riferimenti agli Illuminati e alla stregoneria, ma anche dalla polemica per il ciondolo col nome di Allah. Basta che se ne parli.

6 Idina Menzel – Let It Go
Ha affascinato milioni e milioni di bambine in giro per il mondo, consentendo ai genitori di avere tenerissimi video della loro progenie che balla e canta di fronte al televisore. Idina Menzel si conferma una voce strepitosa, e vince l’Oscar per la migliore canzone. Noi, invece, continuiamo a sognare di mandare tutto a quel paese e vivere in un castello di ghiaccio.

5 Sia – Chandelier
Pochi conoscono il volto di Sia, ma tutti ne apprezzano le doti vocali eccezionali. In questa canzone si consuma il dramma di una party girl, splendidamente interpretato dalla danza di Maddie Ziegler. Vista la difficoltà tecnica del pezzo, si tratta anche della canzone più usata nei provini dei reality show (con esiti altalenanti)

4 Sam Smith – Stay With Me
Ha iniziato l’anno vincendo il BBC Sound of 2014, ed è stato un crescendo senza limiti per Sam Smith. Voce divina, capace di virtuosismi da brividi, Sam ha anche inanellato una serie di love ballads in cui ha raccontato il suo cuore ferito. L’estetica ricorda Boy George, ma il resto è molto meglio.

3 Rita Ora – I Will Never Let You Down
Quando il tuo fidanzato è Calvin Harris, puoi essere sicura che la canzone che ti ha appena scritto e prodotto sarà un successo planetario. Un anthem sul dancefloor, la canzone ha dominato ogni classifica. La coppia, purtroppo, non ha retto: la canzone, invece, sì.

2 Iggy Azalea ft. Charli XCX – Fancy
Aiutata dalla promessa emergente Charlie XCX, che aveva già un contratto discografico all’età in cui una ragazza normale cerca di sopravvivere alle superiori, Iggy Azalea ci offre il suo fresco rap, tanto lontano dagli stereotipi misogini del genere odierno. Non serve urlare “BOOBS” per avere successo: touché, Nicki Minaj.

1 Meghan Trainor – All About That Bass
La rivincita di tutte le donne contro le modelle rese ultra magre a colpi di PhotoShop. Con un ritornello accattivante Meghan ci ha fatto rendere conto che tutte noi siamo perfette a nostro modo, “from the bottom to the top”.

>>> 21 Canzoni del 2014: ascolta la playlist 

Buon Natale a tutti!

Rispondi