Celebrity Wedding / Le nozze a conduzione familiare di Brad Pitt e Angelina Jolie

A due anni dall’anello di fidanzamento, Brad Pitt e Angelina Jolie sono diventati marito e moglie all’altare della cappella di Château Miraval, una tenuta di loro proprietà in un villaggio francese.
Si è trattato di una formalità a cui però i figli della coppia tenevano molto. La cerimonia ha rispecchiato il carattere insolito, eccentrico e estroso della famiglia numerosa, unita e multietnica che le due star di Hollywood hanno formato.
angelina-covers
L’abito di Angelina, attesissimo, ha sorpreso e ha raccolto giudizi contrastanti. Si tratta di un abito creato in collaborazione con Luigi Massi, maestro dell’Atelier Versace: satin di seta bianco, piuttosto tradizionale e conservatore nelle linee, con una gonna ampia e liscia, corpetto fitted, scollatura arricciata e due sottili spalline. Classico, un po’ troppo anni ’90, diciamocelo chiaramente, che strappa un “meh” di quasi indifferenza o delusione a chi invece aveva grandi aspettative dalla donna dal red carpet quasi sempre perfetto e dallo spacco selvaggio.
L’elemento di novità e di personalizzazione sta invece nel lungo velo, su cui sono stati ricamati, a mano e in vari colori accesi, dei disegni opera dei 6 figli della coppia.
Il pensiero è dolcissimo e avrà di sicuro fatto sentire coinvolti appieno i figli nella scelta e nella creazione dell’abito, ma l’effetto è a metà tra una lavagna bianca con schizzi e scarabocchi disordinati e un frigorifero con i disegni dei bambini attaccati con i magneti.
Sarà forse l’inizio di un trend di personalizzazione estrema per le nozze di coppie con figli, magari, che so, con gli inviti con grafia da bambino,proprio come se li avessero scritti i pupi con le loro manine? Speriamo proprio di no!
All’abito meh di Angelina si aggiungono i dettagli del look di Brad Pitt: un abito preso dal proprio armadio, a cui ha aggiunto una cravatta prestatagli da uno dei figli visto aveva dimenticato di mettere in valigia la sua. Ora, è mai possibile che Brad Pitt non riesca a trovare una cravatta? In Francia? Una star come lui che non chiama un qualunque brand o atelier parigino per recuperare una cravatta nuova? L’unica spiegazione è che volesse anche lui “qualcosa di prestato” come tradizione vuole (per le spose, però)…
I due figli maggiori hanno accompagnato la madre all’altare, le due figlie hanno fatto da damigelle spargendo fiori lungo il percorso verso l’altare e gli altri due figli hanno portato le fedi. Tutti hanno aiutato nella stesura delle promesse, mentre si vocifera sul fatto che uno dei bambini, Pax, abbia preparato la torta. Ma a questo no, a questo proprio mi rifiuto di credere!
Capisco che la famiglia è numerosa, ma, anche rinunciando al wedding planner, almeno il pasticciere lo si poteva chiamare!

Images |via|

,

Rispondi