Pausa merenda da Fonderia dolci & design

Ogni argomento alimentare indirizzato agli under 12, spesso, è un tabù. Sembrerà impossibile ma anche la merenda ne fa parte.
Junk food o cibo sano? Fintamente senza coloranti o 100% naturale? Qualunque cosa l’adulto in questione creda di decidere, verrà automaticamente contraddetto dal pargolo. Cresciuta a merendine vintage, i cui introiti sono ben depositati nella banca del Grasso Superfluo, mi è sembrata cosa  buona e giusta bandirle il più possibile dalla mia dispensa, a meno che non siano ad uso esclusivo mio. Porte aperte quindi a frutta fresca e panino e provola, merenda talmente retrò che un mio maestro di vita la definì “decisamente analogica”.

Fonderia

Esistono i giusti, gustosissimi, compromessi. Non fatti dalle mie manine sante, ovviamente. Per chi si trova a Roma e ha voglia di fare merenda con i dolci più buoni, sani e belli di sempre, il nome da segnare a caratteri cubitali è Fonderia dolci & design.

In zona Eur Montagnola, Marco e Camilla, hanno dato vita nel 2012 al più interessante progetto degli ultimi anni coniugando design e grafica al mondo della pasticceria. Ma chi si aspetta le classiche torte con borsette e scarpe in pasta di zucchero rimarrà deluso. A darvi il benvenuto troverete biscotti, torte, muffin e altri prodotti che creano il giusto mix fra tradizione italiana e bakery.

fonderia1 biscotto_tappo2

Il primo comandamento di Fonderia è applicare le regole delle arti visive e grafiche ai dolci. Pan di spagna, pasta frolla & co. sono i fogli bianchi su cui elaborare un progetto, un’idea diversa sia in termini di gusto che di estetica. Qualcosa sempre buona, realizzata con prodotti freschi e frutta di stagione, ma soprattutto sempre accattivante.

Portarci i propri bimbi è un’esperienza necessaria, per il palato, per gli occhi e per noi stessi. E poi chissà potreste imbattervi nella mostra di un giovane designer emergente, in un corso di pasticceria o qualunque altra diavoleria Marco e Camilla si inventeranno per noi.

, ,

Rispondi