Saldi Estivi 2015: le app e gli accorgimenti per uno shopping senza errori

Luglio vuol dire sole, mare, vacanze, ma anche e soprattutto saldi estivi!

saldi estivi 2015

La Campania inaugura per prima oggi questa stagione di saldi estivi 2015, e da domani seguiranno le altre regioni (qui il calendario dettagliato regione per regione).
Come sempre arrivano i nostri consigli su come affrontare i saldi nel modo migliore, concentrando la ricerca e le energie su ciò che ci serve o ci servirà davvero, ottimizzando tempo e risorse (leggi: soldi).

Saldi estivi 2015: come affrontarli, online ed offiline

Avere un’idea chiara dei trend estivi e autunnali
Basta con i giri a vuoto tra negozi comprando senza un piano. È meglio avere prima un’idea chiara sui trend della stagione in corso e, magari, sui trend autunnali. In questo modo sapremo calibrare gli acquisti limitandoci a cose che effettivamente indosseremo quest’estate e nel prossimo autunno senza sentirci “out”. Iniziamo dai colori, magari dando un’occhiata ai Pantone Fashion Color Report per la PE15 e per l’AI15/16 (più ufficiali di Pantone!), per poi passare ai trend per capi d’abbigliamento e agli accessori.

Stila una lista
Stilare una lista dei desideri è sempre un’ottima cosa perché ci permette di mettere nero su bianco le nostre idee, quantificandole e rendendole più tangibili.
Cerchiamo di trovare un compromesso tra i trend della stagione e i nostri gusti. Poi, accorciamo ancora la lista depennando tutto quello per cui non potremo rispondere affermativamente alle domande: “Rientra nel mio budget?” e “Mi serve davvero?”.

Fai spazio nel guardaroba
Sarebbe sempre buona regola far spazio a casa e liberarci di ciò che è ormai vecchio o inutilizzato prima di fare nuovi acquisti (se non vogliamo fare la fine di “Sepolti in casa”). A maggior ragione questa regola è utile prima dei saldi. Passiamo al setaccio scarpiera, cassetti con accessori e armadi mettendo da parte le cose vecchie e che non usiamo più e decidendo cosa farne: l’alternativa è tra buttarle o, se in buone condizioni, metterle in vendita su Depop o donarle a qualche charity.

Cerca online
A questo punto abbiamo una lista di cose da acquistare, ma sono solo nomi e capi generici. È il momento di cercare online mirando a prodotti specifici con brand, modello e prezzo.
Cerchiamo prima sui siti dei nostri brand preferiti, poi allarghiamo la ricerca a shop multibrand come Shopbop e Asos o piattaforme social creative come Pinterest e Polyvore che forniscono ogni sorta di informazione e ispirazione.

Blair Waldorf shopping

Scelta delle taglie 
Scelti i capi va individuata la taglia corretta. Nel caso di negozi fisici vicini a dove abitiamo/lavoriamo è preferibile andare a provare scarpe e abiti di persona qualche giorno prima dell’inizio dei saldi (cioè adesso!). Nel caso di eshop consultiamo attentamente la guida alle taglie che è quasi sempre presente in un angolino vicino alla descrizione del prodotto; teniamo a portata di mano le nostre misure (anche se in estate è una cosa poco piacevole, lo so) e la scelta così sarà estremamente semplificata.

Shopping list sempre con te
Adesso abbiamo una lista completa di prodotti con relative informazioni dettagliate. Possiamo renderla sempre accessibile creando una lista con una delle mille app per liste disponibili per smartphone (Wunderlist o TickTick per nominarne due).
Io uso, e vi consiglio, Google Keep e Google Drive (per le liste più complesse con molti dati e link) perché sono sempre aggiornate e accessibili da ogni device.

No a shopping spree inaspettate
Se avete un budget risicato o volete comunque evitare acquisti sbagliati o superflui la soluzione più efficare è evitare di andare in giro per negozi senza meta o di cliccare sulle pagine sponsorizzate su fb “solo per dare un’occhiata”. Lontano dagli occhi, lontano dalla carta di credito!

app per saldi

Saldi estivi 2015: le app che ci aiutano a tenere sotto controllo il budget

Avevamo già affrontato l’argomento in maniera dettagliata in un post qualche mese fa. I saldi sono un’occasione per acquistare risparmiando, quindi perderanno la loro utilità se non stiamo attenti al budget e alle cifre in ballo durante gli sconti.
Le app per smartphone possono aiutarci molto a calcolare i prezzi correttamente (il cartellino va sempre letto con attenzione!), a tenere traccia di quanto vogliamo spendere e quanto abbiamo effettivamente speso, e a confrontare i prezzi tra più negozi.
Per le singole app vi rimandiamo a questo post.
Se manca qualche app o volete consigliarcene una scrivetecelo nei commenti!

Hai trovato utili i nostri consigli? Allora passali anche ai tuoi amici condividendo questo post sui social! Sharing is caring!

 

,

Rispondi